LATEST NEWS



2018/11/27

Test gruppo cambio SUNRACE


SUNRACE – gruppo cambio V 10-11-12

L’azienda taiwanese SUNRACE, conosciuta e apprezzata specialmente per i suoi pacchi pignoni, ha recentemente messo in commercio un deragliatore "modulare",  capace cioè di servire indifferentemente pacchi pignoni da 10,11 e 12 velocità con pignoni fino a 50 denti.

SUNRACE è conosciuta per produrre componenti validi, magari non leggerissimi e non all'ultimissima moda, ma affidabili e robusti, dal rapporto qualità prezzo invidiabile e i prodotti oggetto di questa recensione (comando cambio trigger SUNRACE DLMS230 MS 10 velocità e deragliatore SUNRACE RDMS30 10 11 12 velocità) seguono il medesimo filone filosofico.

Il deragliatore si può avere in tre versioni, che differiscono sostanzialmente per il materiale della gabbia (acciaio, alluminio e carbonio) e noi abbiamo provato la versione in acciaio.SUCCESSFULL COMPLETED . . .

Il deragliatore si presenta molto bene, con un aspetto bello curato e piacevolmente "tecnologico", alleggerito sul braccetto, ma non troppo per poter per essere resistente.

Il freno del deragliatore non è agevolissimo: la leva, rossa, è piccola e un po' nascosta, ma la cosa è un vantaggio in off, perché protetta dagli urti e dallo sporco.

Curiosa la puleggia di rinvio del cavo di comando, pensata per isolare il tiro del cavo sul braccetto di comando e rendere la cambiata più precisa (l'idea è quella di "disperdere" meno precisione isolando la zona di tiro, rendendo il tutto più rigido).

Il comando cambio, contrariamente al deragliatore, non fa una grande impressione: leggerino, minuto, sembra più un giocattolo che un comando "serio".

Il feeling alle leve è molto leggero e non regala una gran sensazione di precisione, così a primo acchito.

Il montaggio è facile, la regolazione dei fine corsa tramite le classiche vitine è immediata e pratica; il passaggio del cavo sulla puleggia richiede un minimo di impegno, ma roba da poco.SUCCESSFULL COMPLETED . . .

Una volta serrata la vite di bloccaggio e sottoposto quindi il manettino al tiro della molla del deragliatore, ecco che il feeling al dito si fa più sostanzioso, ma sembra tendenzialmente leggero, tuttavia le cambiate avvengono con discreta precisione (ricordiamo sempre che non è un prodotto top di gamma) e soprattutto con dolcezza.   In tutto questo, il manettino offre un feeling in discesa davvero preciso, con una corsa ridottissima e leggera alla leva corta che rende la cambiata una vera schioppettata; al contrario, in salita la sensazione è meno gradevole in quanto la corsa della leva è abbastanza lunga e soprattutto non uniforme, ossia con una prima parte meno sostanziosa e con un irrobustimento del tiro verso fine corsa.   Però, fatta l'abitudine, risulta un cambio efficace, bello robusto e tetragono a qualsiasi sollecitazione.

Anche le cambiate brutte, quelle in pieno tiro in salita (sì, insomma, quello che non si dovrebbe fare) vengono digerite molto bene, quasi col silenziatore.

La gabbia in acciaio è robustissima, forse persino e riflette la filosofia di base di questo prodotto, che non cerca la leggerezza assoluta a discapito della solidità.

Il test di utilizzo è stato fatto su una salita lunga, su terreno anche scassato e con alcuni strappi ripidi, per poi scendere su trail molto impegnativi dove verificare la tenuta del freno del deragliatore e la robustezza a salti e botte varie.

Ebbene, nonostante le strapazzate in discesa, non ho mai avvertito il minimo calo di precisione ed il cambio è rimasto sempre silenzioso e tetragono alle sollecitazioni.

Tirando le somme, questi nuovi prodotti SUNRACE sono un'alternativa davvero valida ai concorrenti SHIMANO e SRAM e vantano un rapporto qualità prezzo e prestazioni/prezzo molto favorevole.

SUCCESSFULL COMPLETED . . .

Non è il prodotto per i grammomaniaci, né per i patiti della precisione assoluta, ma è indirizzato a chi bada al sodo e vuole un compagno affidabile per le escursioni più cattive, in cui non si deve badare a troppe sottigliezze.

In conclusione:  belli da vedere, robusti, funzionali e costano il giusto.

 

Per la lettura della recensione completa si rimanda a Dr Ergal blog curata da Gianfranco Tripodo – Dr. Ergal Garage di Trento, da cui questo scritto è stato liberamente tratto.